Contenuti

L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che riunisce oltre 160 organizzazioni e reti della società civile, ha promosso quest’anno il primo Festival dello Sviluppo Sostenibile, una grande manifestazione di sensibilizzazione e di elaborazione culturale-politica, diffusa su tutto il territorio nazionale. 


L’evento inaugurale del Festival si terrà a Napoli il 22 maggio presso il Teatrino di corte del Palazzo Reale e sarà dedicato al tema delle disuguaglianze. La giornata si articolerà in quattro sessioni, ciascuna dedicata a un tema specifico: educazione e cultura; sviluppo e imprenditoria; alimentazione e salute; lavoro e welfare.

Il Festival rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) e si svolgerà nell’arco di 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno, durante i quali si terranno oltre 200 eventi (convegni, seminari, workshop, spettacoli, ecc.) per richiamare l’attenzione sia sui 17 obiettivi di sviluppo sostenibile, sia su dimensioni trasversali che caratterizzano l’Agenda 2030.


Dopo la sottoscrizione dell’Agenda 2030 e degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs, nell’acronimo inglese) da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU (settembre 2015), organizzazioni internazionali, governi nazionali ed enti territoriali, associazioni imprenditoriali e della società civile si stanno mobilitando in tutto il mondo per disegnare e realizzare politiche e strategie volte a conseguire i 17 obiettivi e i 169 sotto-obiettivi su cui tutti i Paesi si sono impegnati.

Il Festival nasce per coinvolgere e sensibilizzare fasce sempre più ampie della popolazione sui temi dello sviluppo sostenibile, andando anche oltre gli addetti ai lavori, rivolgendosi dunque sia agli operatori economici e sociali e agli esperti delle materie oggetto degli eventi, sia a tutti i cittadini interessati a conoscere o approfondire i diversi temi dell’Agenda 2030.

Palm segue questa idea di sviluppo sostenibile e in questi anni ha già raggiunto 5 dei 17 Global Goals.

Il nostro impegno per sconfiggere la fame nel mondo ha portato allo sviluppo di un Greenpallet intelligente dotato di tecnologia (internet of things) che ne incrementa il valore e che rende il pallet strumento di tracciabilità capace di minimizzare gli sprechi di cibo nella supply chain alimentare.

Palm promuove e supporta progetti orientati allo sviluppo di attività produttive con la creazione di lavoro dignitoso e favorisce alla formazione e la crescita di giovani e persone con disabilità attraverso la cooperativa sociale Palm W&P

Nella lotta contro il cambiamento climatico siamo in prima linea da anni e, dal 2007 al 2014, abbiamo ridotto il nostro carbon footprint del 37,6% sottoponendo inoltre i nostri prodotti alla certificazione CFP ISO 140067.

Il 5 maggio a New York si è concluso il 12° Forum dell’Onu sulle foreste (Unff), dedicato alla messa a punto di un piano 2017-2030 per la salvaguardia dei polmoni verdi del Pianeta, punto 15 degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

Le certificazioni PEFC e FSC presenti su tutti i nostri greenpallet e l’utilizzo esclusivo di legno proveniente da foreste gestite e certificate in maniera sostenibile, rappresentano l’impegno di Palm verso questo obiettivo per preservare le risorse forestali e la biodiversità.

Infine, utilizzando le nostre certificazioni per fare network fra le imprese e promuovere un modello di partecipazione attiva e condivisione delle pratiche sostenibili, dal 2009 Palm ha fondato Ecofriends, associazione nata per favorire la nascita e lo sviluppo di partnership sostenibili.

Il nostro impegno su questa strada continua e aumenta ogni anno seguendo la filosofia contenuta nel claim del Festival, “Disegniamo il futuro, cambiamo il presente”.

Il percorso è in salita, ma, come si dice in montagna, il panorama che c’è in vetta vale tutta la fatica del cammino.

Posted in: News
Actions: E-mail | Permalink |
833