Contenuti

Il 2015 è l'anno dedicato  all'uso del suolo nel mondo, è il decennale del Millenium Goal, della Conferenza sui cambiamenti climatici a Parigi e, soprattutto, dell'Expo a Milano.
Per declinare la sfida di nutrire l’umanità, l’organizzazione di EXPO 2015 si è dotata di un vocabolario comune, predisponendo una apposita CARTA (Carta di Milano)  attraverso 42 tavoli  tematici che dal Febbraio 2015 hanno affrontato e declinato le tematiche delle dimensioni dello sviluppo, della cultura del cibo, dell’agricoltura e salute e della città umana.
PALM SpA si identifica totalmente nei valori e finalità promosse dalla CARTA DI MILANO.

PALM SpA, oltre che condividerne la filosofia, è anche attore di  tecniche di imballaggio appropriate  per ridurre i rifiuti,  lo smaltimento ed il recupero dei materiali usati.

Infatti, fin dalle origini Palm ha basato la sua strategia competitiva nel mercato dei pallet e degli imballaggi in legno sulla differenziazione puntando su un approccio innovativo sia nella fase di progettazione sia in quella di realizzazione. Tale approccio può essere sintetizzato con i concetti di eco-design ed eco-progettazione, finalizzati ad ottenere un risparmio economico oltre che alla tutela ambientale.

Da sempre attenta all’impatto ambientale della propria attività produttiva, Palm impiega in prevalenza materia prima – legno di abete e pino - proveniente da Paesi del Nord Europa, da tempo impegnati nella gestione di foreste secondo i criteri eco-sostenibili dell’FSC (Forest Stewardship Council) e PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes). Di recente, anche diversi proprietari forestali nazionali stanno orientando la gestione dei boschi verso i principi FSC e PEFC permettendo in questo modo a Palm di aumentare il proprio utilizzo di legname autoctono prelevato localmente. Da qui il progetto “Pallet a km 0”  che ha portato l’azienda ad essere capofila di un’iniziativa per la piantumazione locale di pioppi con l’obiettivo di favorire lo sviluppo dell’economia e dell’agricoltura del territorio e ridurre l’impatto ambientale dovuto al trasporto del legno su lunghe distanze.

Tra le tante iniziative promosse in questi anni, Palm ha attivato sin dal 2009 un portale "Cittadini e Imprese Amiche dell'Ambiente" che si pone come punto d'incontro tra cittadini e imprese, consumo e produzione, attraverso un comune filo conduttore: la sostenibilità.
 L'obiettivo è duplice: da un lato 'fare sistema' per avvicinare i cittadini e le imprese ai concetti di un'economia che contribuisca attivamente alla rigenerazione dell'ambiente e della società; dall'altro diffondere l'adozione di pratiche d'innovazione, di produzione e gestione sempre più ecocompatibili e fondate su una visione etica che promuova il Bene Comune.
Lo scopo del network “imprese amiche dell’ambiente” è quello di “imparare a fare sistema e creare coerenza fra contenuto “prodotti ecologici" e contenitori, imballaggi eco-compatibili.
Contribuendo in tal modo alla definizione della sostenibilità ambientale  come fattore di crescita competitiva che si ottiene riprogettando un nuovo modo  di fare impresa verso l’innovazione e lo sviluppo sostenibile
  In conseguenza di ciò Primo Barzoni, Presidente di PALM e del network ECOFRIENDS “imprese amiche dell’ambiente”, ha aderito nel giorno di apertura dell’Expo 2015,  alla Carta di Milano, per dare forza al messaggio di “nutrire il pianeta” e di “energia per la vita”.
Posted in: News
Actions: E-mail | Permalink |
2055