Contenuti

Tra le aziende che fin dall'inizio della loro storia hanno scelto di lavorare in maniera diversa c'è sicuramente Palm. Dagli anni '80 in cui è stata fondata, Palm ha puntato sull'eco-design e sull'eco-progettazione, per ottenere sia un risparmio economico che un maggior rispetto ambientale.

Oggi Palm continua nella sua strada di crescita e il greenpallet 100% tracciabile ne è la testimonianza. Nell'era dell'Internet of Thinks  al greenpallet sano, sistemico, etico, è riservato un ruolo di rilievo. Pensare e progettare di produrli con l’approccio al design sistemico permette di considerare il loro uso nel minor impatto ambientale per il  contesto in cui viene impiegato: una strategia che coinvolge diverse aziende in un circolo virtuoso.
Palm per la sua produzione  cerca legname italiano certificato proveniente da boschi gestiti con i criteri FSC e PESF e cosi' ci guadagna l'economia italiana con un incremento dello scambio di beni, l'ambiente con la tutela crescente dei boschi destinati a legna, e la società con un maggior numero di posti di lavoro e la cura del proprio ambiente. Un bellissimo esempio di responsabilità sociale territoriale!

 
Questi sono stati gli argomenti che Primo Barzoni, Presidente Palm ha affrontato a Roma lo scorso 6 maggio, durante la tavola rotonda CSR E GIOVANI: le imprese incontrano gli studenti, moderata da Gianni Bottalico, Presidente nazionale Acli, in cui hanno partecipato anche Vito Gulli, Presidente Asdomar e Umberto Costamagna, Presidente Call&Call.Una bella opportunità anche per i più giovani per capire quali opportunità in termini di CSR le aziende stesse offrono a chi vuole intraprendere questo percorso
Posted in: News
Actions: E-mail | Permalink |
1875