Contenuti

E' attivo, al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia, da lunedì 9 marzo  il Food Innovation Program, primo master internazionale dedicato a cibo e innovazione, per nove mesi i massimi esperti mondiali di queste tematiche si sono riuniti, in un ottica di interazione e condivisione.
Quale sarà il futuro del Food? Una domanda ricorrente per Sara Roversi founder di Future Food Institute. “Il nostro futuro sarà migliore se ci saranno nuovi imprenditori ed innovatori visionari e responsabili nelle aziende della filiera agroalimentare. Ogni loro scelta genera impatti culturali, economici, sociali ed ambientali diretti su tutta la comunità” e questa è stata l’ispirazione da cui è nato il desiderio di creare il Food Innovation Program ed arricchirlo di esperienze, laboratori ed incontri di valore creati per nutrire questi talenti".
Food innovation program è uno dei punti di eccellenza di We A.Re / Reggio Emilia per Expo 2015, il programma di eventi costruito dal Sistema Reggio Emilia in occasione dell'Esposizione Universale di Milano, con l'obiettivo di qualificare, la città rendendola più attrattiva e riconoscibile ai visitatori di Expo 2015, evidenziando le competenze del territorio.
FIP ha ospitato 20 studenti (i fippers), provenienti da 11 diversi paesi di tutto il mondo, che hanno seguito a partire dallo scorso marzo un intenso e innovativo programma, sotto la guida dei due direttori Sara Roversi (FFI) e Matteo Vignoli (Unimore). Design Thinking e Future Foresighting elementi caratterizzanti di questo modello educativo, i cui obiettivi sono diffondere e sviluppare innovazioni radicali nel settore alimentare.
Una fucina creativa che tra lezioni teoriche, esercitazioni pratiche, sperimentazioni e i laboratori incubati ad EXPO2015, permetterà di sovvertire i paradigmi correnti, contribuire all’innovazione dei grandi temi proposti e costruire un circuito di retroazione positivo verso la società. Parte delle lezioni ha avuto luogo nel nuovo innovativo laboratorio di Reggio Emilia Innovazione, nell’OffiCucina, ideata anche in versione "mobile" grazie a un attrezzo chiamato food truck da Francesco Bombardi, uno spazio ibrido a metà tra un’officina e una cucina, in cui grazie a strumenti di ultima generazione come laser e stampanti 3D, gli studenti hanno potuto sperimentare sul campo le teorie e i progetti condivisi in aula.

“L’Emilia Romagna è uno straordinario Food Hub naturale con una vocazione storica all’innovazione”. Così Miriam Lueck Avery, 
Institute For The Future (IFTF) di Palo Alto, ha descritto il territorio emiliano romagnolo.Durante tutto l’anno, infatti, gli studenti hanno esplorato il territorio per scoprirne la cultura, le tradizioni ed essere immersi in varie esperienze di produzione alimentare.

FIP è stato anche coinvolto come protagonista in cinque hackathon ( eventi al quale partecipano esperti di vari settori dell'informatica )che hanno riunito oltre 400 persone di diversa provenienza geografica e professionale, per affrontare i problemi relativi all’alimentazione da diversi punti di vista, seguendo con attenzione tutta la filiera agroalimentare. 
L’ultimo hackathon realizzato, Feeding Fair – hacking malnutrition, è stato proposto dentro Expo Milano 2015 lo scorso 23 settembre.Tante anche le attività che hanno coinvolto gli studenti FIP, come uno scambio interculturale con la Universita Tongji in Cina, ma anche la partecipazione ad importanti fiere di settore. Food Innovation Program e concentra sull'Italia l'attenzione del mondo rispetto al'innovazione del cibo. Vuole essere lo strumento che apre la conversazione tra la tradizione e l’innovazione, tra la ricerca e le competenze, tra l’Italia e il Mondo e permettere l’innovazione in risposta ai reali bisogni delle persone.

Palm Design, sostenitore del master parteciperà all'evento presentando oggetti per la cucina e arredi per l'Università progettati in collaborazione tra studenti del FIP e ragazzi della cooperativa Palm W&P, per promuovere il brand Palm Design. Tutti gli oggetti presentati sono costruiti con legname certificato PEFC ed eccedenze di lavorazione del greenpallet, fornito da Palm Spa. 

Posted in: Comunicati
Actions: E-mail | Permalink |
2227