Le immagini satellitari ed il contrasto al legno illegale, alla deforestazione ed al degrado forestale

7 Lug, 2022

Nella legislazione comunitaria va sempre più affermandosi il ruolo della Due Diligence intesa come la raccolta, la verifica e la valutazione delle informazioni necessarie a garantire la legalità e la sostenibilità dei prodotti agroforestali da immettere sul mercato. La Timber Regulation del 2010 (EUTR) obbliga gli importatori ad effettuare le suddette procedure e a dimostrare l’origine legale di legno e derivati destinati alla commercializzazione. Il requisito principale consiste nel rispetto dei limiti imposti dalla legislazione del paese di produzione e quindi nella conformità dei prelievi legnosi effettuati sulla base delle autorizzazioni degli enti localmente preposti.

Di recente, l’aumentato interesse per la salvaguardia dell’ambiente, ha portato l’Unione europea a formulare la proposta del nuovo regolamento denominato “Deforestazione Zero” che prevede la Due Diligence anche per determinati prodotti alimentari e che introduce l’obbligo di geolocalizzare le superfici di produzione.

Questo lavoro evidenzia come l’interpretazione delle immagini satellitari sia funzionale alla predisposizione della Due Diligence prevista dalle suddette norme comunitarie e fornisce esempi pratici riguardanti il legno proveniente da tre paesi considerati ad alto rischio in termini EUTR.

L’UTILIZZO DI IMMAGINI SATELLITARI

A nove anni dall’entrata in regime d’applicazione dell’EUTR, risulta ormai evidente come in alcuni casi sia particolarmente arduo minimizzare efficacemente il rischio d’illegalità dei prodotti e dimostrare che il prelievo legnoso iniziale (taglio boschivo) sia, non soltanto noto ed autorizzato, ma anche effettuato nel pieno rispetto della legislazione forestale localmente vigente. Tali difficoltà riguardano in particolare i prodotti a filiera molto articolata (carta, mobili, ecc.) ed i Paesi caratterizzati da alti tassi di corruzione, bassa governance forestale e regimi politici instabili o non democratici. Ciò ha portato la Commissione europea ad individuare, tra le possibili misure di mitigazione del rischio, la consultazione delle immagini satellitari delle aree di taglio, attribuendo a questo accertamento una validità oggettiva, ben superiore a quella della documentazione cartacea comunemente acquisita dall’operatore nella fase iniziale dell’accesso alle informazioni valutabili.

L’impiego delle immagini satellitari a supporto della Due Diligencegià raccomandato (in ambito EUTR) per le importazioni di legno dal Brasile, dalla Federazione russa e dall’Ucraina, è maggiormente riconosciuto dal regolamento “Deforestazione Zero” che prevede la geolocalizzazione obbligatoria di ciascuna unità territoriale (appezzamento) boschiva, agricola o zootecnica in cui sono state prodotte le materie di base delle merci che si intendono immettere sul mercato comune.

Puoi approfondire alcune indagini concrete dell’interpretazione di immagini digitali condotte come possibili misure di mitigazione del rischio da intraprendere a giusto completamento delle procedure di Due Diligence che precedono l’importazione di prodotti regolamentati d’origine extra-comunitaria, grazie all’articolo completo di Angelo Mariano (Conlegno – Monitoring Organisation EUTR), scarica il documento ufficiale.